ALTO IMPATTO METABOLICO: cosa vuol dire?

parte prima


"Alto impatto metabolico" è, ormai, una delle frasi più utilizzate da istruttori fitness e personal trainer al mondo.

Vi sarà capitato, a voi atlete/i ed utenti di centri fitness, di sentire questa frase durante le vostre sedute in palestra o nei corsi di gruppo.

Ma cosa vuol dire? Qualcuno ve lo ha mai, realmente, spiegato?!

 

L'istruttore che parla di allenamenti ad "alto impatto" spesso lo fa soltanto per galvanizzare la classe, come una volta usava concetti del tipo: "si suda!", "si brucia!", "esci distrutto!" etc. etc.

Tutti noi trainer amiamo riempire il nostro frasario con esternazioni ad effetto, ma almeno cerchiamo di capire di cosa stiamo parlando.


Cos'è il metabolismo?


METABOLISMO: ovvero la capacità che ha l'uomo, assumendo sostanze nutrienti (cibo) di tramutarle in energia.     Questo fenomeno favorisce un accrescimento cellulare, un reintegro alle perdite ed un'espulsione di sostanze di scarto.

Si parla di Anabolismo quando si va ad accrescere e reintegrare, mentre il Catabolismo è la degradazione molecolare data da un rilascio energetico (quindi dal consumo dei nutrienti e dal lavoro organico).

  Un breve accenno sul METABOLISMO BASALE, ovvero: la necessità energetica del proprio corpo, a RIPOSO, utile ad espletare le semplici funzioni vitali senza interazione con fattori esterni.

  Per praticità di comprensione, utilizziamo questa formula per calcolare il nostro M.B.:


                                            M.B.= (peso massa magra x 1,3kcal/kg/h) x 24h

 

per esempio, un soggetto longilineo di 70 Kg al 15% di massa grassa, presenteremo questa formula

 

                                           (59,5 kg x 1,3kcal/kg/h) x 24h= 1856 kcal

 




In quale soggetti avviene tale fenomeno? 

Troppo spesso il concetto di INNALZAMENTO METABOLICO risulta argomento collegato prettamente al dimagrimento. Non è così, assolutamente.

I più elevati valori in termini di metabolismo sono riscontrabili in quei soggetti che, sempre più allenati, puntano a migliorare performance e massa muscolare.

Lo stesso discorso vale per gli atleti di Endurance, che seppur in maniera differente, attingono alle proprie riserve con elevatissime richieste energetiche (METABOLISMO INTERMEDIO DEI NUTRIENTI E FATTORI ORMONALI, nei prossimi articoli).


Nel grafico viene descritto il ciclo del METABOLISMO, dal Basale al modo in cui è possibile incrementarne i valori.

Fondamentali quindi 3 punti:

  1. MASSA (magra e grassa);
  2. ATTIVITA' (bassa, media, intensa ed atletismo);
  3. ALIMENTAZIONE (adeguata alle richieste).


Nel parte seconda dell'articolo parleremo della maniera utile a far sì che questo non si "blocchi" e, che anzi, venga stimolato.


                                                                                                                      Fabrizio Ferri



Scrivi commento

Commenti: 0